6a Edizione - 2008,  mostre 2008

Carmelo Nicosia

Carmelo Nicosia è nato a Catania nel 1960. Si laurea in chimica farmaceutica presso l’Università Statale di Catania, con una tesi di fotografia sulla “Fotochimica degli elementi”. Dal 1990 insegna storia e progettazione fotografica presso l’Accademia di Belle Arti di Catania.
Nel 1979, inizia un’attività fotogiornalistica, collaborando con testate giornalistiche nazionali e internazionali, spesso appro-fondendo problematiche sociali e politiche. Continuerà ad esercitarla fino agli anni ottanta.

Nel 1982 è fondatore del “Gruppo Fase”, gruppo di sperimentazione linguistica e multimediale che pone attenzione su temi inerenti al “nuovo paesaggio contemporaneo”, al quotidiano e al rapporto tra le arti e la fotografia.
Nel 1992, recuperando esperienze etno-antropologiche italiane degli anni settanta, inizia un rapporto di collaborazione con vari gruppi di ricerca, con sociologi e antropologi, analizzando le relazioni che intercorrono tra l’elemento “acqua” e le dinamiche umane. Si tratta di una documentazione intesa come metodica di ricerca per il recupero dell’identità e del tema del viaggio.
Nel 1992 è chiamato a testimoniare la realtà del “Nuovo paesaggio italiano”, partecipando ad una mostra tenuta al Museo della Revoltella di Trieste.
Nel 1995 è selezionato a rappresentare l’Italia al Grand Prix dela Ville di Vevey, in occasione del quale espone il lavoro La vision dans l’eau.
Nel 1998 è selezionato dal Comitato per la Costituzione, Presidenza della Repubblica Italiana, per rappresentare con immagini fotografiche la Costituzione Italiana. Nel 1998 partecipa alla rassegna “Fotografia e Arte in Italia, 1968-1998”, rappresentativa degli ultimi trent’anni di fotografia in Italia, presso la Galleria Civica di Modena.
Nel 1999 è selezionato per partecipare alla mostra “Da Guarene all’Etna, via mare, via terra”, che propone una rilettura del territorio italiano contemporaneo, organizzata dalla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo per l’arte.
Nel 2000 è tra gli autori citati nel libro sulla storia della fotografia a cura di Walter Guadagnini, Fotografia, pubblicato dall’editore Zanichelli, mentre nel 2005 viene segnalato nel libro sulla storia della fotografia Storia della fotografia, a cura di Angela Madesani, Bruno Mondadori Editore.
Nel 2005 è tra gli artisti selezionati a partecipare alla rassegna “I Maestri della Fotografia, Il Diaframma di Lanfranco Colombo”, Fondazione Peggy Guggenheim, Venezia.
Negli anni collabora con varie Fondazioni per l’arte contemporanea, tra le quali: Fondazione Sandretto Re Rebaudengo per l’arte, Fondazione 3M Fotografia, Fondazione del Credito Valtellinese, Fondazione del Banco di Sicilia, realizzando una serie di progetti internazionali sulla fotografia. Tiene regolarmente corsi e seminari su “Progettazione e storia della fotografia contemporanea”, in Italia e all’estero. Attualmente è impegnato nel progetto Ultimo Sole, una riflessione multimediale sui temi della percezione, dell’identità e della visione.
Le sue opere sono conservate ed esposte presso le più importanti istituzioni italiane ed internazionali.
Fotografie ed articoli sul suo lavoro sono state pubblicate su i più diffusi quotidiani italiani e sulle più importanti riviste specializzate di fotografia e d’arte contemporanea: “Zoom”, “Progresso Fotografico”, “Vogue”, “Tema Celeste”, “Sette”, “Il Venerdì di Repubblica”, “Corriere della Sera”, “Arte”, “Flash Art”, “Reflex”, “Maison & Jardin”, “Photo”, “Carte d’arte”, “Fotografia”, “Next”, “Carte” e altre ancora.

Un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*